Cultura

Tropea Leggere&Scrivere: 80 eventi dal 21 al 26 ottobre

Il programma completo del festival che avrà come centro Palazzo Gagliardi a Vibo Valentia. Per gli organizzatori la più importante kermesse culturale calabrese quest'anno può essere definita con tre aggettivi: "Entusiasmante, stimolante, utile"

dall’ufficio stampa del TropeaFestival Leggere&Scrivere *

Entusiasmante, stimolante, utile. Sono tre degli aggettivi emerse in sede di presentazione della terza edizione del TropeaFestival Leggere&Scrivere, uno dei grandi eventi cofinanziati dall’assessorato alla Cultura della Regione Calabria in un bando più esteso di durata triennale, la cui appendice autunnale si svolgerà nella città di Vibo Valentia dal 21 al 26 ottobre prossimi. Circa 80 gli eventi in programma, per un parterre di intellettuali, scrittori, artisti ben superiore alle cento unità sviluppando un livello medio di elevata consistenza, alcune esclusive assolute e pertinenti aperture verso il comprensorio territoriale, che isseranno il capoluogo a splendida vetrina culturale non solo per e della Calabria, ma al centro dell’attenzione di media e addetti ai lavori di tutta Italia.

la presentazione del Tropea Leggere&Scrivere

Un prezioso valore aggiunto per una Regione che sa essere anche operosa ed eccellente, per incontrarsi, ascoltare, confrontarsi su tutte le esperienze che ne hanno forgiato la storia millenaria, allargando però le proprie percezioni nell’orientamento di quello che ci aspetta in un futuro pieno di speranze e buoni propositi. A fare gli onori di casa nella splendida cornice del Sistema Bibliotecario Vibonese, Gilberto Floriani e Maria Teresa Marzano, che della kermesse firmano la direzione artistica ed organizzativa. Proprio Floriani, che dirige con passione il Sistema, sede del polo regionale per le politiche pubbliche sulla lettura, ha rotto gli indugi ricordando il primo, importante momento del festival, celebrato a fine luglio con la finalissima del Premio Nazionale Letterario Tropea, il cui direttore artistico è Pasqualino Pandullo, e la conseguente vittoria di Antonio Moresco, che tornerà a Vibo (appena inserita nell’importante circuito nazionale delle Città del Libro), come graditissimo ospite di un momento di ideale congiunzione fra i due segmenti dell’imponente cartellone, i cui dettagli sono pubblicati nella homepage del sito www.tropeafestival.it.

E se Il neo-presidente della Provincia Andrea Niglia è intervenuto per assicurare da qui in avanti, il massimo appoggio da parte dell’istituzione territoriale di cui è a capo, nonostante le incognite che dovrà affrontare e risolvere da quando ha assunto il suo mandato, Francesco Bartone, Sindaco di Soriano Calabro, partner operativo del festival sin dalla sua prima edizione, ha ribadito l’importanza della collaborazione, che lega la cittadina dell’entroterra, che via via ha delineato una sua importante vocazione museale, al servizio anche del numeroso pubblico che seguirà il festival. In collegamento telefonico Mario Caligiuri, puntualizzando l’importanza dell’evento vibonese, che va ad inglobare le recenti iniziative nel loro meritevole intento di promuovere e diffondere la lettura, premessa di una reale partecipazione democratica, crescita economica, sviluppo di un pensiero critico e opportuno coinvolgimento civile dell’intero territorio.

Maria Teresa Marzano ha invece riassunto in scioltezza i cardini delle quattro sezioni (Una regione per leggere, Calabria fabbrica di cultura, Carta canta, Nutri-menti), il cui allestimento è il frutto di un duro lavoro partito subito dopo la fine della scorsa edizione, di un cartellone che raggruppa una eccellente pattuglia del meglio dell’intelligenza italiana. Il conto alla rovescia è dunque iniziato, tutti i particolari sul sito dedicato ed altri spunti si possono individuare nei social ufficiali di TropeaFestival Leggere&Scrivere.

Il programma completo

MARTEDÌ 21 OTTOBRE

Ore 10.00

Inaugurazione con Romano Montroni, Autorità e Dirigenti Scolastici
Inaugurazione mostre

21 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Incontro con Remo Bodei sul tema “Immaginare altre vite” introduce Eleonora Cannatelli

Il consumo di immaginario si è negli ultimi due secoli enormemente accresciuto, genera una inflazione di modelli e comporta una diversa costruzione dell’identità. La domanda che ciascuno si pone “chi vorrei diventare” e gli ideali di vita preferibile sono quindi cambiati e stentano a trovare una comprensione soggettivamente e socialmente più chiara. Come modelli abbiamo dapprima la famiglia, poi la scuola, in seguito varie esperienze. Ma, oltre ai modelli reali, ci sono anche quelli filtrati dall’immaginazione propria e altrui: dalle fiabe per bambini, ai romanzi e, oggi, alla televisione e perfino ai videogiochi.

Sezione “Una Regione per Leggere”

21 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Gennaro Sangiuliano, autore di Il Quarto Reich. Come la Germania ha sottomesso l’Europa (Mondadori, 2014), conversa con Antonio Fortuna

Lettere riservate a capi di governo, telefonate segrete alle più alte cariche di Stati sovrani, pressioni esercitate in mille modi da poteri forti che si muovono al di fuori e al di sopra delle elementari regole democratiche. La storia del ruolo svolto in questo inizio secolo dalla Germania in Europa, e in particolare nell’Unione europea, è ancora tutta da raccontare, soprattutto in relazione alle vicende politiche dell’Italia, il paese che per decenni è stato suo partner amichevole ma anche temibile concorrente economico sui mercati mondiali.

Sezione “Una Regione per Leggere”

21 Ottobre – Ore 13.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Degustazione prodotti tipici offerti dalla sezione Alimentare  di Confindustria Vibo Valentia  ed elaborati dall’Istituto Alberghiero “Enrico Gagliardi” di Vibo Valentia

21 Ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Lettura, scrittura e nuovi media

Michele Gentile presenta l’iniziativa del “Libro Sospeso”; Salvatore Cucinotta presenta “Mebook: un nuovo social network per autori, artisti ed  Editori”; Stefania Mangiardi parla del “Un libro nel cassetto” Premio letterario  promosso dalla Fondazione Nicola Liotti. Ippolita Luzzo, tra le prime protagoniste in Italia della “litweb” (letteratura sul web) presenta insieme a Salvatore D’Elia e Daniela Rabia Io pubblicherò postumd. Presentazione della tredicesima edizione del Progetto Gutenberg con la dirigente del Liceo Classico “Galluppi” di Catanzaro  Elena De Filippis. Incontro promosso da Rita Macrì nell’ambito del progetto Travel game: la cultura della lettura. Modera Lionella Maria Morano

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

21 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Corrado Alvaro. Un paese e altri scritti giovanili (1911-1916) (Donzelli, 2014) l’autore Vito Teti conversa con Armando Vitale

Questo volume nasce da un ritrovamento e dalla scoperta di una fraterna amicizia: è infatti tra le carte conservate nel Fondo Lico, l’archivio di un compagno di liceo del giovane Alvaro a Catanzaro, che è stato rinvenuto Un paese. Tentativo di romanzo, la primissima prova narrativa del grande scrittore sino ad ora inedita.  Oggi possiamo addentrarci, grazie a questi testi, nel laboratorio del giovane Alvaro, dove inizia a prendere forma quel mondo della provincia meridionale cui l’Alvaro della maturità guarderà come il luogo della memoria e dell’impossibile ritorno, arroccato sulla tradizione e disperso a contatto con la modernità.

Sezione “Una Regione per Leggere”

21 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Nicola Fiorita e Giovanna Forzatti conversano su “La filosofia in cucina: il rapporto tra sapere e sapore” I menù del Quirinale. 1861-2011. 150 anni di menu per 15 Capi di Stato

Rapporto tra parola e cibo, teoria e pratica del cucinar parole, l’appetito dei filosofi, piacere della gola e piacere dello spirito, vivande e bevande filosofiche, eccesso di cibo e parola, ovvero il peccato di gola. Con la costituzione dello Stato Italiano cambia il quadro politico della penisola italiana e si attiva un processo unitario che riguarda tutti gli aspetti della vita, compreso quello alimentare. La cucina di rappresentanza, da ostensiva quale era nel Rinascimento e in parte nel diciannovesimo secolo, nella seconda metà del ventesimo e con l’inizio del ventunesimo secolo, anche e forse soprattutto in Italia, tende ad assumere spiccati caratteri identitari

Sezione “Nutri-Menti”

21 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Mimmo Gangemi, ripropone in anteprima nazionale la riscrittura rinnovata del suo romanzo d’esordio (Rubbettino, 1995), dal titolo Il Prezzo della carne (Rubbettino, 2014), conversa con l’autore Arcangelo Badolati

Una banda di giovani delinquenti, scioperati e rancorosi verso un passato familiare fatto di stenti, crede sia giunta l’ora di tentare la scorciatoia per il successo con estorsioni e minacce. Ne sono vittime una famiglia onesta, un possidente che sa il fatto suo, un emigrante arricchito. Accade però che in terra di ‘ndrangheta non è alle forze dell’ordine che ci si rivolge per avere protezione: chi non ha animo per arrangiarsi da solo dovrà confidare negli “uomini di rispetto”. Con un andamento carico di tensione e un coro da tragedia greca, Gangemi svela i meccanismi segreti dai quali si è irradiata l’organizzazione criminale più potente al mondo.

Annalisa Insardà leggerà alcuni brani del romanzo.

Sezione “Una Regione per Leggere”

21 Ottobre – Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
“Sulla via dell’amore” Lectio Magistralis di  Vito Mancuso autore di  Io amo. Piccola filosofia dell’amore (Garzanti, 2014), introduce Antonio Ceravolo

Vito Mancuso presenta una filosofia dell’amore. Il complemento di specificazione dell’amore può essere inteso o come genitivo oggettivo o come genitivo soggettivo. Nel primo caso l’amore è l’oggetto indagato, nel secondo caso è il soggetto dell’indagine, nel senso che è a partire da esso che si indaga il senso del mondo e della nostra vita al suo interno. Mancuso sviluppa entrambi i significati del genitivo: analizza l’amore come fenomeno con la stessa distaccata attenzione della scienza e assume l’amore quale punto di vista fondamentale per elaborare la questione del senso complessivo del vivere.

Sezione “Una Regione per Leggere”

21 Ottobre – Ore 21.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
“Terremoto” spettacolo teatrale scritto da Mimmo Gangemi, interpretato da Maurizio Marchetti, Maria Serrao, prodotto da Egidio Bernava

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

MERCOLEDÌ 22 OTTOBRE

22 Ottobre – Ore 10.00 – Casa Circondariale – Vibo Valentia
Sebastiano Lo Monaco mette in scena “Mi sono innamorato di me”

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

22 Ottobre – Ore 10.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Pierfranco Bruni, autore di Giuseppe Berto. La necessità di raccontare (Centro Studi F. Grisi, 2014) conversa con Lionella Maria Morano

Riproporre Giuseppe Berto a cento anni dalla nascita, secondo Pierfranco Bruni, significa anche contestualizzare un profilo del Novecento letterario e culturale attraverso libri che hanno segnato generazioni. È necessario rileggere romanzi che hanno fatto discutere in anni di transizione come Anonimo Veneziano e La Gloria e rileggerlo in un quadro di letture in cui l’uomo e lo scrittore non creano mai una frattura ma un ponte tra culture e generazioni, in nome della parola che costruisce.

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 10.00 – Museo Diocesano – Tropea
Giordano Bruno Guerri presenta il libro Italo Balbo (Bompiani, 2013), introduce Stella Vinci

Balbo seppe intuire con grande anticipo, e spesso risolvere con altrettanto grande sensibilità, per i tempi, i problemi che sarebbero sorti nelle società multirazziali, multiculturali, multi religiose. Modernizzatore e innovatore, fascista passato a un liberalismo autoritario, unico fra i gerarchi che preferiva gli Stati Uniti alla Germania, o alla Francia, o alla Gran Bretagna, e unica a opporsi concretamente alle leggi razziali, tutto ciò non basta a mettere Balbo nel Pantheon dei grandi italiani del Novecento, zavorrato com’è dalla responsabilità di avere “inventato”, ovvero organizzato, lo squadrismo fascista e di avere contribuito più di tutti a portare Mussolini al potere. Ma qui si pretende soltanto di dare a Balbo quel che è di Balbo.

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Antonio Moresco vincitore VIII edizione Premio Tropea conversa con Vito Teti e Jonny Costantino

“Sono venuto qui per sparire, in questo borgo abbandonato e deserto di cui sono l’unico abitante”. È questo l’incipit con cui si apre La lucina (Mondadori, 2013) di Antonio Moresco. Una storia dalla trama originale, “scaturita da una zona molto profonda” della vita dell’autore,  e che sovverte la normale concezione del tempo e dello spazio, fino a capovolgere la percezione che si ha della realtà. Quello che lo scrittore mantovano ha definito “un libricino”, presentandolo al proprio editore, è invece un romanzo che ha conquistato il Premio Tropea 2014 ed entrerà di diritto tra i più bei libri italiani di questo periodo; ne parliamo con l’autore insieme alla sua ultima fatica letteraria, 21 preghierine per una nuova vita (edizioni Nottetempo).

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
#CalabriaOLTRE gli sbarchi – sabbiarossa ED

Anteprima nazionale del romanzo Beltempo (sabbiarossaED, Rc, 10/2014) di Saverio Pazzano, per declinare le nuove migrazioni, il fenomeno degli sbarchi e il profilo – umano ed etico – degli scafisti con il ricordo dei passeurs sulle Alpi nel secondo dopoguerra. Li abbiamo bollati come clandestini. Li abbiamo guardati mentre toccavano le nostre coste. Abbiamo contato i loro cadaveri. Registriamo ogni giorno l’intolleranza di alcuni nei loro confronti. Ma spesso le cose non sono come sembrano.

Intervengono: Saverio Pazzano, insegnante e scrittore, Elisabetta Tripodi, sindaco di Rosarno, Sabrina Garofalo, sociologa e ricercatrice Unical, responsabile coordinamento Libera Cs, modera Paola Bottero.

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Incontro con Gioacchino Criaco autore del libro Anime Nere (Rubbettino, 2008)

Anime nere è il titolo di un romanzo destinato a essere uno dei casi editoriali dell’anno. Pubblicato la prima volta nel 2008 per i tipi di Rubbettino è tornato a nuova vita editoriale in seguito al successo di critica e di pubblico che l’omonimo film di Francesco Munzi ha raccolto a Venezia. Gioacchino Criaco è l’autore di un noir mozzafiato, una storia dura come un polàr e violenta come una tragedia greca, che esplode nel cuore della Locride e travolge tutto quel che incontra. Il romanzo traccia la parabola esistenziale di tre giovani figli dell’Aspromonte che, bramosi di conquistare una vita diversa da quella ricevuta in dote, intraprendono un cammino fuori dalle regole; un cammino di violenza e di contiguità alla ‘ndrangheta. Sono cattivi, ma alla loro cattiveria hanno contribuito in tanti; e tuttavia la distinzione fra il bene e il male è netta e impietosa, anche se nella loro vita, oltre alla violenza e al dolore, c’è una realtà inaspettata, fatta di affetti, amore, arcaicità. E c’è il mondo modernissimo di Milano, dei traffici, della corruzione e della politica, in una commistione che riflette il volto impresentabile della Nazione.

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Presentazione del premio Rai La Giara con Alessandro Salas e Eliana Iorfida

Il Premio Letterario Rai La Giara, alla sua IV edizione, continua a svolgere la sua missione di scouting su tutto il territorio nazionale. Rivolto a chi ha meno di 39 anni con un un romanzo inedito nel cassetto, conta già su un nutrito gruppo di esordienti. Alessandro Salas, curatore del Laboratorio di scrittura creativa di Rai Eri, intervista una di loro: Eliana Iorfida, che con il romanzo Sette paia di scarpe, è tra i tre vincitori della III edizione. Un racconto che ci proietta nel cuore del Mediterraneo, nella Jazeera siriana,  dove Aidha ricostruirà la memoria della sua famiglia attraverso la controversa storia d’amore della madre.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

22 Ottobre – Ore 15.00 – Museo Archeologico Statale “Vito Capialbi” -  Vibo Valentia
Inaugurazione della mostra “Produzioni artigianali a Hipponion – Vibo Valentia”

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

22 Ottobre – Ore 15.00 –Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Proiezione del film “Soul Kitchen” regia di Fatih Akin. Introduce Luca Biagi

Zinos, giovane proprietario del ristorante “Soul Kitchen”, sta attraversando un periodo sfortunato. Nadine, la sua ragazza, si è trasferita a Shanghai, i suoi clienti abituali boicottano il nuovo chef e ha problemi alla schiena! La situazione sembra migliorare quando un giro giusto di persone abbraccia la sua nuova filosofia culinaria, ma non basta a guarire il cuore spezzato di Zinos.

Sezione “Nutri-Menti”

22 Ottobre – Ore 17.00 –Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Federico Fubini conversa con Andrea Lanza

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia –SALA 1
Parlami d’amore….! Racconti d’amore in musica

Un recital di Jolanta Stanelyte – soprano e Guido Galterio – pianoforte con musiche di Rodrigo, Rachmaninov, Gershwin, Gardel e le parole di Federico Garcia Lorca, Pablo Neruda e Jacques Prevert. Presenta il Maestro Francesco Pollice.

Sezione “Carta Canta”

22 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Paolo Bracalini autore di La Repubblica dei mandarini. Viaggio nell’Italia della burocrazia, delle tasse e delle leggi inutili (Marsilio, 2014), conversa con Raffaele Suppa

Paolo Bracalini ci guida nel mastodontico intreccio della burocrazia italiana con un’inchiesta illuminante che è anche un pugno allo stomaco: storie vere, dal ristoratore multato per aver servito troppi spaghetti alla tassa sull’ombra, testimonianze, documenti inediti, cifre e resoconti di una follia tutta nostrana. Da questo viaggio emergono le contraddizioni di uno Stato parassita che è vorace quando deve incassare, ma lento, lentissimo, quando deve pagare. Al punto da stritolare, in molti casi, famiglie e imprese: «prova a non fallire, se ci riesci, nella Repubblica dei mandarini››.

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 19.00 –Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Peppe Voltarelli presenta  Il Caciocavallo di bronzo. Romanzo cantato e suonato (Nuovi Equilibri, 2014), introduce Gianluca Veltri

Il Caciocavallo di Bronzo è un romanzo fatto di storie e di canzoni. Si tratta di 19 episodi in cui si celebra la Calabria dentro e fuori se stessa. L’ambientazione è il microclima relazionale del villaggio, un paese della provincia lontano dalle grandi città e dai centri di potere, popolato da bizzarri personaggi alla ricerca di riscatto. La consapevolezza di vivere in un luogo dove il talento può diventare un disvalore, conduce il protagonista alla fuga verso il nord, l’estero, l’impossibile. Niente meglio di un monumento dedicato al Caciocavallo può celebrare la rivincita. Il metallo scelto è il bronzo del terzo posto, che serve per dire che qui non si vince mai, l’eterno piazzamento prima della sconfitta.

Sezione “Nutri-Menti”

22 Ottobre – Ore 21.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Incontro con Luca Barbareschi, proiezione di “Something Good” un film di Luca Barbareschi. Liberamente tratto dall’opera letteraria Mi fido di te di Francesco Abate e Massimo Carlotto edita da Einaudi Stile Libero. Introduce Vera Bilotta

In un piccolo villaggio della Cina una giovane donna perde il suo unico bambino che muore avvelenato da un alimento adulterato. Nello stesso momento, dall’altra parte del mondo, Matteo lavora per conto del gruppo Feng, una multinazionale con sede ad Hong Kong che, fra molti altri affari, traffica cibo contraffatto nel mondo…Due temi costituiscono il tessuto del racconto: le sofisticazioni alimentari e l’amore nel senso più assoluto e alto del termine.

Sezione “Nutri-Menti”

GIOVEDÌ 23 OTTOBRE

23 Ottobre – Ore 10.00 – Casa Circondariale – Vibo Valentia
La lettura come strumento utile alla garanzia di sicurezza della collettività e al recupero sociale di chi ha commesso un reato.

Intervengono Antonio Galati, Mauro Palma, Mario Caligiuri, Gilberto Floriani, Caterina Simoncini

Un incontro che parte dalla funzione che i diversi Ordinamenti attribuiscono alla sanzione penale , con la negazione della vendetta e il ruolo del percorso di reinserimento come strumento utile alla garanzia di sicurezza della collettività e al recupero sociale di chi ha commesso un reato, per arrivare al ruolo del percorso culturale nelle Istituzioni chiuse. L’ambiente culturale come criterio organizzatore di un diverso rapporto con il proprio lavoro da parte di chi in esso opera e di un diverso rapporto con il ritorno alla comunità esterna da parte di chi è in esso ristretto.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

23 Ottobre – Ore 10.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Antonio Meloni presenta Mundus Subterraneus:  Come nel tempo è cambiata la nostra percezione dell’interno della Terra,  introduce Giuseppe Paolillo

Al di là delle visioni della tradizione religiosa o alle fantasie letterarie ancora imperanti sino a pochi secoli orsono, quale percezione ha avuto l’uomo del profondo interno della Terra nella storia della conoscenza? Da quando alle concezioni mitologiche e religiose si sono potute sostituire effettive conoscenze sulla Terra intesa come corpo fisico? Un viaggio con il professor Antonio Meloni attraverso 4,5 miliardi di anni di Storia e di storie.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

23 Ottobre – Ore 10.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia –SALA 2
“Raccontare i luoghi con Twitter” Paolo Costa conversa con Josephine Condemi

I social media possono diventare uno strumento formidabile per coinvolgere le persone nel percorso di narrazione e messa in scena di un territorio; è il caso di “TwLetteratura: raccontare i luoghi con Twitter” attraverso il gioco della riscrittura condivisa su Twitter si attivano processi di narrazione “dal basso” dei luoghi vissuti, abitati e visitati. Il testo letterario diventa così fonte di metafore e chiavi di lettura.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

23 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Michele D’Ignazio presenta il suo romanzo Storia di una matita (Rizzoli, 2012)

Com’è la vita da matita? Chiedetelo a Lapo! Lui si è trasformato nel suo sogno e ha iniziato a lasciare tanti segni. E gliene sono successe davvero di tutti i colori. E voi? Qual è il vostro sogno? In cosa rischiate di trasformarmi? Un tuffo nei due libri che hanno come protagonista il buffo Lapo, il ragazzo-matita con la passione per il disegno.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Riflessioni a partire dal volume Gli occhiali di Pessoa. Studio sugli eteronimi e la modernità (Quodlibet, 2012) Giap Parini conversa con Lionella Maria Morano

Le finzioni e le realtà immaginate di Fernando Pessoa ci aiutano a meglio comprendere la modernità: l’ortonimo e gli eteronimi (le sue creature immaginarie eppure “più reali del vero”) rappresentano le chiavi che il poeta portoghese offre per decifrare la singolare e chiassosa solitudine che avvolge l’uomo moderno.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Filippo Veltri e Aldo Varano presentano il libro Una vil razza dannata? Riflessioni sulla Calabria e i calabresi (Città del Sole, 2014)

Il libro nasce dalla discussione dei due giornalisti con un altro grande intellettuale calabrese, Pasquino Crupi, scomparso un anno fa. Instancabile e attento, Crupi credeva nell’utilità delle discussioni, nella potenza del racconto, nell’esigenza di analisi lucide e attente che provassero a raccontare ancora una volta questa terra e questa razza troppo spesso definita “maledetta”. La narrazione della Calabria e del Sud può essere diversa e normale.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Luigi Amicone conversa con Pasqualino Pandullo sul tema “L’educazione indispensabile”

Passano coloro che sembrano i protagonisti della storia, come dice il Manzoni, passano i cavalli di Wallentstein, passano i fanti di Merode, passano i cavalli di Anhalt, passano i fanti di Brandeburgo… ma il vero protagonista della storia, l’io umano non passa mai.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 13.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Degustazione prodotti tipici offerti dalla sezione Alimentare  di Confindustria Vibo Valentia  ed elaborati dall’Istituto Alberghiero “Enrico Gagliardi” di Vibo Valentia

23 Ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Marilena Dattis autrice di Sapore di Cinema (Falco Editore, 2014) conversa con Luca Biagi

Sapore di Cinema è un racconto interamente scritto utilizzando titoli di film, 923 per l’esattezza. Il risultato è una storia sui generis che vuole dimostrare come i titoli, da soli, raccontino una storia; che non è solo la storia raccontata nel film, ma è la storia del Film.

Sapore di Cinema è anche un gruppo di attività cinematografica ed è un libro che, con ben 999 battute cinematografiche raggruppate secondo filoni  tematici, vuole essere un omaggio alle “parole” del cinema.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Giorgio Leone presenta il volume Primi Piani sul passato. Artisti calabresi del ‘600 e ‘700 (Ferrari Editore, 2013), introduce Romana Buttafuoco

La vita di ventuno artisti calabresi, protagonisti di un viaggio figurativo che abbraccia un arco di tempo che va dal Seicento al Settecento, esplorata in un volume collettaneo di Storia dell’arte curato da Giorgio Leone. I contributi, redatti da giovani studiosi, specialisti del settore, indagano e ripercorrono tessere di vita, opere e sentieri storici, approfondendo un periodo di interessanti innovazioni artistiche.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Gabriella Romano autrice di Isole (Feltrinelli, 2011), Alberto Micelotta autore di Il Veleno e la Medicina (Ferrari Editore, 2014)  e Brunello Montagnese autore di Racconti conversano con Caterina Simoncini

Quelle di Gabriella Romano sono intense storie al femminile, piccoli racconti di grandi vite. Protagoniste quattro donne il cui desiderio comune è quello di trasformare in ricchezza l’apparente miseria del dolore.

Il Veleno e la Medicina di Alberto Micelotta, raccoglie le confessioni di un uomo che ha attentato alla vita della propria moglie. È il racconto in prima persona di un femminicida mancato che, dopo la condanna e una lunga terapia psicanalitica, ridefinisce il senso della propria esistenza trasformando la sua terribile esperienza di crudeltà in una possibile risorsa per tutta la comunità

I Racconti di Brunello Montagnese sono frutto della rielaborazione di sogni e di alcune letture che hanno lasciato tracce che l’autore ha cercato di cogliere non abbandonandole al caso.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Lectio Magistralis di Stefano Zenni sul tema “Migrazioni e cambiamenti culturali. Il caso del jazz”

Le migrazioni sono connaturate alla specie umana e sono la forza più potente e profonda del cambiamento culturale. Anche la musica può essere raccontata in una simile prospettiva. Anzi, per le musiche nere e il jazz in particolare, la comprensione di certe migrazioni svela processi storici di vasta portata. Con l’ausilio di ascolti musicali, immagini e mappe, oscillando da una scala micro ad una macro geografica, Stefano Zenni ci guida attraverso gli affascinanti avvenimenti che hanno plasmato il jazz, la prima musica globalizzata del Novecento.

Sezione “Carta Canta”

23 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
#CalabriaOLTRE l’eutanasia dell’informazione – sabbiarossa ED

Partendo dal romanzo Carta Vetrata di Paola Bottero e dalla mostra personale di Caterina Luciano, #vivonoTRA noi (irresponsabili e invertebrati A/R), dialogo a più voci su ciò che il giornalismo può diventare – è diventato? – alla ricerca di risposte: la parola scritta non risponde più al bisogno dell’informazione perché è stata inghiottita dall’immagine, come profetizzava McLuhan, o il continuo bombardamento di parole e di immagini hanno inghiottito il bisogno di informazione?

Intervengono: Paola Bottero, giornalista e scrittrice, Luciano Regolo, giornalista e scrittore, Riccardo Giacoia, giornalista Rai, Giap Parini, sociologo

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

23 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
“Basta Crisi” Talk economico con Daniele Basciu, Paolo Marson,  Damiano Silipo, Carlo Costantini. Modera Sergio La Grotteria

Un’analisi delle principali correnti di pensiero economico a partire dai dati attuali su occupazione e Pil italiani messi a confronto con quelli immediatamente precedenti all’entrata nell’euro. Verranno presi in esame i paventati benefici della moneta unica, intesa come valuta forte e meccanismo di protezione internazionale per giungere ai principali dati macroeconomici calabresi e si terminerà valutando in che termini le dinamiche economiche generali incidano sugli stessi.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

23 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Lidia Ravera autrice del libro Piangi pure (Bompiani, 2013), conversa con Caterina Villì

Iris ha 79 anni, una figlia intelligentissima e antipatica, che parla esclusivamente con Dio, e una nipote bellissima e ignorante, che trae vantaggio dalle passioni degli uomini. Vive sola ed è in ottima salute, ma quando, per risolvere una decorosa miseria ormai intollerabile, vende la nuda proprietà della casa in cui abita, incomincia a pensare alla morte. È perché ha scommesso sulla sua aspettativa di vita? Lo chiede a Carlo, lo psicoanalista che lavora al pianterreno e da tre anni prende il caffè con lei al bar di fronte. È lui che le consiglia di tenere un diario per contenere e disinnescare quei sintomi minacciosi. Con Piangi pure Lidia Ravera racconta una storia struggente e divertente, in cui l’età avanzata dei protagonisti diventa l’occasione per un rinnovato inno alla vita, un ritratto di signora straordinario, commovente, gioioso.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Breve trattato sulle coincidenze (Nutrimenti, 2014), l’autore Domenico Dara conversa con Eleonora Accorinti

Il postino di Girifalco coltiva un vizio: apre, legge, ricopia e cataloga le lettere prima di consegnarle, tracciando una geografia privata delle minute vicende paesane. E così un giorno, dal sacco della posta, spunta all’improvviso una lettera insolita, senza mittente, chiusa con un sigillo di ceralacca. Una carta d’amore, di quelle preferite dal portalettere, che ha tutta l’aria di nascondere un mistero…Con Breve trattato sulle coincidenze Domenico Dara compone un inno alla scrittura e al suo segreto potere di entrare nei percorsi del destino, in un romanzo d’esordio nel quale lingua e dialetto si fondono come l’universale e il particolare, dando forma a una trama ispirata e a un carosello di personaggi indimenticabili.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 19.00 –Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Proiezione del film “Big Night” regia di Stanley Tucci, Campbell Scott. Introduce Luca Biagi

Due fratelli emigrati calabresi hanno aperto un ristorante in una cittadina del New Jersey negli anni ’50. Devono offrire un pranzo di gala, per il rilancio del locale, a Louis Prima, famoso musicista e intrattenitore italo-americano. Il pranzo ha il suo zenit in un timballo (o timpano), piatto di presunta origine siciliana, ma che è preparato con una ricetta segreta portata dalla Calabria.

Sezione “Nutri-Menti”

23 Ottobre – Ore 21.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Acoustic Cafe
Ezio Guaitamacchi incontra Eugenio Finardi

Giornalista, scrittore, musicista, conduttore elegante capace di mettere gli ospiti nelle condizioni di dare il meglio di sé, Guaitamacchi è la boa intorno a cui si concentra questo salotto letterario e live, che seduce e appassiona un pubblico trasversale per età e gusti musicali. Una conversazione confidenziale che scava nelle passioni dell’artista ospite, ne esplora le influenze artistiche e svela storie e leggende che stanno dietro le canzoni più famose e amate della sua lunga carriera. L’intervista si intreccia con brani dal vivo, eseguiti in chiave acustica proprio come sono stati concepiti. Ogni serata di “Acoustic Cafe” è irriproducibile poiché punteggiata da riflessioni, aneddoti e retroscena sempre diversi che la rendono familiare, intima e, soprattutto, unica.

Sezione “Carta Canta”

VENERDI’ 24 OTTOBRE

24 Ottobre – Ore 10.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Luigi Nicolais Presidente del CNR conversa con Francesco Profumo

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

24 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Salvatore Piermarini autore di L’Aquila. Magnitudo zero (Quodlibet, 2012), conversa con Vito Teti

C’era una volta L’Aquila: città aperta allo studio e alle professioni, alle arti e ai mestieri, alla vita. Ora c’è L’Aquila delle rovine, chiusa, mortificata, incatenata, sbarrata dai cancelli, divisa dalle zone invalicabili e pericolose, devastata, presidiata da militari e vigili del fuoco. La vita continua ma la città è morta, è difficile ridarle l’anima, nonostante il coraggio e la tenacia  degli abitanti. All’agonia di una città che fatica a rinascere è dedicato il libro fotografico L’Aquila. Magnitudo zero (Quodlibet, 2012),un lavoro collettivo  che evoca un luogo dove sembra tutto congelato e immobile, per non dimenticare e per non lasciare L’Aquila isolata nella sua zona rossa.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

24 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
“Noir stranieri: Il commissario Charitos e la crisi economica”

Presentazione del romanzo Resa dei conti (Bompiani) di Petros Markaris; insieme all’autore, Sebastiano Triulzi e Cristina Marra. Nel terzo giallo dedicato alla crisi economica il commissario Kostas Charitos festeggia il Capodanno 2014, ma la festa dura poco e cominciano i disordini sociali e una nuova indagine su strani casi di omicidio.

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Mario Cucinella e Carlo Colloca conversano sul tema “La periferia è la nuova forma della città contemporanea” modera Simone Tosoni

Da secoli, tuttavia, perdura la schematizzazione secondo cui periferia, in linea di massima, significhi  “altro”. Chi è l’ALTRO? Nel medioevo erano i barbari, i diseredati, coloro che non potevano aspirare a far parte della società, oggi invece in periferia abita gran parte della popolazione. Che si tratti di periferie del mondo o periferie urbane, questo tema viene spesso  trattato come un “macro-problema”. Ma oggi un simile approccio non è più sostenibile.

Le periferie delle nostre città sono realtà caleidoscopiche, bisogna dunque lavorare nel “micro”, nell’opera di rammendo, finalizzata a ricostruire i tessuti urbani e superare le barriere favorendo l’integrazione tra contesti diversi. E’ dunque compito della politica, degli architetti, dei geografi, dei sociologi, dei tecnici e degli urbanisti dialogare per determinare le condizioni di uno sviluppo armonico e sostenibile delle periferie. Questo processo può avvenire solo incoraggiando i processi partecipativi e tenendo conto delle specificità di ogni singola realtà.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

24 Ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Incontro con Lucio Caracciolo sul tema “Il Califfo e noi”, introduce Domenico Sorace

L’Italia è un possibile obiettivo dello Stato Islamico, che si sta radicando nei territori devastati a cavallo di Siria e Iraq. Ma chi sono questi jihadisti, quali progetti hanno e di quali risorse dispongono? Quale può essere il ruolo dell’Italia nel combatterlo? A che cosa serve la coalizione guidata dagli Usa per sconfiggerlo? Un’analisi dettagliata della questione, basata sull’ultimo volume di Limes “Le maschere del califfo”.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

24 Ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Paolo Bassotti  autore di Sexy rock. 50 sfumature di musica e rivoluzione sessuale (Arcana, 2014) e  Donato Zoppo autore di King Crimson Islands. Testi commentati (Arcana, 2013) conversano con Alessandro Besselva Averame

I King Crimson sono uno dei gruppi cardine della storia del rock; hanno inventato un genere, se ne sono distaccati senza abbracciare i suoi opposti, hanno un padre-padrone-fondatore-demiurgo senza il quale non esisterebbero, ma i testi delle varie incarnazioni del gruppo sono opera di personalità esterne come Peter Sinfield e Richard Palmer-James, o di un alter-ego come Adrian Belew. In Sexy rock, 50 sfumature di musica e rivoluzione sessuale Paolo Bassotti racconta come la musica abbia accompagnato i cambiamenti dei costumi sessuali. Due libri musicali; due modi diversi di raccontare la musica e il tempo che l’ha prodotta.

Sezione “Carta Canta”

24 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Emanuela Guidoboni e Gianluca Valensise presentano L’Italia dei Disastri. Dati e riflessioni sull’impatto degli eventi naturali 1861-2013 (Bononia University Press , 2014), modera Fabio Foti

Perché terremoti, alluvioni e piogge causano ingenti danni? Sono aumentati gli eventi estremi? Perché l’emergenza prevale sempre sulla prevenzione? Perché spendere in emergenza piuttosto che investire in sicurezza? Il volume di Guidoboni e Valensise è il racconto di come frane, alluvioni, eruzioni, terremoti hanno segnato e continuano a segnare fortemente l’economia e la società,  e fornisce anche un bilancio storico e scientifico inconsueto, che ha per scopo ultimo la sicurezza di tutti.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

24 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
“Città noir: a Napoli col commissario Ernesto Baricco e a Palermo con l’ investigatore Enzo Baiamonte”

Presentazione dei romanzi L’anello debole (CentoAutori) di Piera Carlomagno e L’ultima scommessa (Sellerio) di Gianmauro Costa; Cristina Marra conversa con gli autori.

Investigatore per caso del quartiere della Zisa di Palermo, Enzo Baiamonte si occupa di un caso che lo proietta nel giro del gioco d’azzardo e lo pone di fronte a un doppio bluff con la morte. Commissario torinese, Ernesto Baricco indaga a Napoli sulla morte di una affascinante infermiera al ponte della Maddalena a Napoli e supportato dall’avvocato Federico Brizzi e dalla giornalista Annaluce Savino scoprirà una verità che farà tremare i palazzi del potere

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Gian Arturo Ferrari, autore di Libro (Bollati Boringhieri, 2014) conversa con Gilberto Floriani, modera Carlo Bordone

Un libro che racconta l’oggetto libro: è all’attenzione, amorosa, nei confronti dell’oggetto cardine della trasmissione del sapere che Gian Arturo Ferrari ha dedicato il suo ultimo lavoro; il libro come strumento di indagine, ricerca, discernimento, comprensione e , in ultima analisi, conservazione in un’epoca che sempre più sembra voler rinunciare alla memoria della carta.

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Fabio Nicolucci, autore di Sinistra e Israele. La frontiera morale dell’Occidente (Salerno editrice, 2013), conversa con Pier Virgilio Dastoli

A partire da una analisi storica e cronologica dei fitti rapporti tra sionismo e sinistra europea dal punto di vista della cultura politica, dai prodromi del sionismo nel XVIII secolo sino ai tempi attuali questo lavoro vuole proporre una nuova e alternativa lettura della globalizzazione, capace di dare  consapevolezza su quali siano le vere sfide nel medio oriente  e nel mondo.

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Tullio De Piscopo presenta il libro Tempo! La mia vita (Hoepli, 2014), introduce Vittorio Pio

Vittorio Pio In occasione dell’uscita del libro intervista Tullio De Piscopo, un grande protagonista della musica italiana degli ultimi  cinquanta anni , artista globale capace di spaziare dal jazz al rock al pop, interprete appassionato e caposcuola si racconta al pubblico del Tropea Festival, dalle umili origini in terra partenopea ai successi davanti ai grandi del pianeta.

Sezione “Carta Canta”

24 Ottobre – Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Sandra Petrignani, finalista VIII edizione Premio Tropea con il libro Marguerite (Neri Pozza, 2014)

Sandra Petrignani racconta la vita di Marguerite Duras, dall’infanzia, quando è per tutti Nenè, agli anni centrali in cui gli amici più intimi, come Jeanne Moreau, Godard, Depardieu, Lacan, la chiamano Margot, fino al delirio megalomane e alcolico della vecchiaia in cui la scrittrice parla di sé in terza persona autocitandosi con il solo cognome: Duras. È la storia di una vita irripetibile di una donna dai moltissimi aggrovigliati amori e di una scrittrice e cineasta; la storia, infine, dei trionfi e delle sconfitte di questa donna, del suo impressionante corpo a corpo con la letteratura.

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore 20.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Walter Veltroni conversa con Bianca Berlinguer e con Luigi Maria Lombardi Satriani, proiezione del documentario “Quando c’era Berlinguer”

“Di storia e di memoria c’è sempre bisogno”.  A  trent’anni dalla scomparsa, assieme a Bianca Berlinguer, Walter Veltroni presenta, Quando c’era Berlinguer, film documentario  da lui scritto e diretto, che è  un omaggio all’uomo, al leader politico, alla memoria, ma anche  il racconto di una lunga, decisiva pagina della storia italiana attraverso le immagini, le testimonianze e la biografia del segretario del PCI: sintesi di un patrimonio comune che molti ricordano con nostalgia.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

SABATO 25 OTTOBRE

25 Ottobre – Ore 10.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Arcangelo Badolati, autore di Mamma ‘ndrangheta (Pellegrini, 2014) conversa con Giancarlo Costabile e Mario Spagnuolo

Il libro di Arcangelo Badolati è l’opera più completa ed esaustiva scritta sulle organizzazioni criminali della provincia di Cosenza. Un viaggio lungo più di un secolo tra le organizzazioni criminali che hanno infestato l’area settentrionale della Calabria. Un viaggio tra boss e picciotti prima della “picciotteria” e poi della ’ndrangheta  compiuto esaminando sentenze, documenti di archivio, pubblicazioni e giornali d’epoca e ricercando, come una volta facevano i grandi giornalisti, le foto più significative di personaggi che hanno dominato città e paesi forti, a volte, di un impressionante consenso sociale.

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 Ottobre – Ore 10.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia –SALA 2
Angela Del Vecchio, autrice di Contrasto alla Corruzione nel Diritto Interno e Internazionale (Cedam, 2014), e Nicoletta Paris conversano con Pier Virgilio Dastoli sul tema “Cultura della legalità e prevenzione della corruzione”

Contrasto alla Corruzione nel Diritto Interno e Internazionale è il libro scritto a quattro mani da Paola Severino e Angela Del Vecchio, ultimo in ordine di tempo fra le numerose pubblicazioni italiane su una realtà criminale che scuote non solo la penisola ma molti paesi europei. Dalla mala politica alla mala sanità, la corruzione coinvolge istituzioni pubbliche e private nonostante le nuove regole come la “legge Severino” e in attesa che l’autorità presieduta da Raffaele Cantone possa colmare le imperfezioni della legislazione e l’inefficacia dell’azione di chi ci governa.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Maria Falcone  “Fondazione Falcone” conversa con Fabio Regolo e Mario Spagnuolo

Maria Falcone mantiene viva la memoria di suo fratello da oltre vent’anni, da quando il 23 maggio 1992 Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo ed i tre uomini della scorta furono uccisi nella strage di Capaci, raccontando, soprattutto ai giovani quanto è importante credere nei valori sanciti dalla nostra Costituzione, valori nei quali Giovanni Falcone ha creduto e per i quali si è sacrificato.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Paolo Savona e Giovanni Farese autori del libro Il banchiere del mondo. Eugene Robert Black e l’ascesa della cultura dello sviluppo in Italia (Rubbettino, 2014), conversano con Maurizio Bonanno

Questo lavoro ricostruisce l’ascesa della cultura dello sviluppo, che la globalizzazione distorce o di cui difetta, concentrando l’analisi su  EUGENE ROBERT BLACK,  un personaggio di una vicenda epica, anche per il Mezzogiorno d’Italia. «Il più grande banchiere della Storia», nelle parole di Kennedy. Banchiere del mondo, banchiere della pace, banchiere dei poveri: così i contemporanei. Figlio del presidente della Fed dei giorni del New Deal, vice presidente della più grande banca privata del mondo negli anni quaranta, consigliere alla Casa Bianca da Roosevelt a Johnson, Eugene R. Black è il grande Presidente della Banca mondiale negli anni della ricostruzione mondiale.

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
#CalabriaOLTRE il pregiudizio – sabbiarossa ED

Il libro-inchiesta Marchiati – come ’ndrangheta, stampa e tv hanno inventato la nuova “calabrofobia” di Alessandro Russo (sabbiarossaED, Rc, 07/2014) è la base di partenza per cercare di scoprire le radici che trasformano i pregiudizi in dati di fatto, mistificando la realtà e creando fobie sempre più difficili da estirpare. La Calabria come viene raccontata dentro e fuori i confini regionali, rincorrendo cliché che restituiscono ricostruzioni per nulla attinenti alla realtà.

Intervengono: Alessandro Russo, giornalista, scrittore, Giovanna Casadio, giornalista Repubblica, Antonello Caporale, giornalista il Fatto quotidiano, Vanni Piccolo, attivista lgbt.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 13.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Degustazione prodotti tipici offerti dalla sezione Alimentare  di Confindustria Vibo Valentia  ed elaborati dall’Istituto Alberghiero “Enrico Gagliardi” di Vibo Valentia

25 Ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia –SALA 1
Roberto Giacobbo “Miti e misteri di Calabria”

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
“Detective a confronto: le indagini di Liguori e le inchieste di Attila”

Presentazione dei romanzi Venga pure la fine (e/o)di Roberto Riccardi e Vendetta ai mondiali di Paolo Foschi (e/o) con gli autori Cristina Marra.

Rocco Liguori, tenente dei Carabinieri si reca in missione all’Aja al tribunale internazionale per la ex Jugoslavia e avrà a che fare con trame oscure e intrighi degli ambienti coinvolti nella guerra. A fare da sfondo la politica con vecchie figure e nuove alleanze.

Alla vigilia dei mondiali di calcio un attentato sconvolge la nazionale l’Italiana. Le indagini del commissario Igor Attila sveleranno intrighi e compromessi tra le vittime e spregiudicati imprenditori.

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 Ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Igor Righetti presenta il libro Italia supposta – Una Repubblica fondata sulla prostata, il primo progetto italiano di libroterapia per combattere ansia e stress. Introduce Silvio Colloca

Secondo “L’Italia dei libri 2011-2013” il nostro rimane un Paese spaccato a metà dove si comprano e leggono libri soprattutto nel Centro-Nord, tra le fasce di reddito più benestanti e tra chi possiede un titolo di studio più alto. Nel 2013 sei italiani su dieci non hanno letto neanche un libro, e tuttavia viviamo in un Paese dove pur di non leggere tutti scrivono (e pure tanto). Forse gli editori e i distributori  dovrebbero invogliare alla lettura e farla crescere percorrendo strade innovative, sia nella distribuzione sia nella cultura editoriale. I libri vanno portati agli acquirenti che disertano le librerie. Italia supposta – Una Repubblica fondata sulla prostata è un “manuale di automedicazione cerebrale senza obbligo di ricetta medica, con tante risposte sui motivi per i quali l’Italia  è arrivata a questo punto di declino.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia SALA 2
Rosella Postorino e Isabella Mattazzi conversano sul libro Marguerite Duras. Moderato Cantabile (Nonostante edizioni, 2013)

Moderato cantabile, scrive Rosella Postorino nella postfazione del libro di Marguerite Duras, «inizia con un delitto ma non è un giallo, la protagonista torna sulla scena del crimine ma non ha colpevoli da scovare, piuttosto è il movente dell’omicidio a interessarla, o forse le interessa soprattutto scoprire il proprio, di movente, ciò che la spinge a tornare ripetutamente lì». Una coazione a ripetere, il tentativo di «rivivere quello stato segreto, il desiderio di ripeterlo», di rimettere in scena – complice un avventore che l’accompagna in questo viaggio di abiezione – l’osceno: una recita pericolosa, un libro disturbante.

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia SALA 2
“Metodi d’indagine di Petra, Bacci Pagano e la Red”

Presentazione dei romanzi Petra è il mio nome (Nord) di Lorenzo Beccati, Un conto aperto con la morte (Garzanti) di Bruno Morchio e Nel posto sbagliato (e/o) di Luca Poldelmengo. Insieme con gli autori e  Cristina Marra

Pietra, la Tunisina è una rabdomante che riesce a smascherare truffatori , ladri e assassini. In una Genova del 1601 in preda alla frenesia del Carnevale vengono uccise brutalmente giovani donne e Petra, accusata dei delitti, dovrà dimostrare la propria innocenza indagando e affidandosi alla sua mente acuta.

Rimasto ferito durante un’indagine, Bacci Pagano, detective dei carruggi genovesi, vuole ancora scoprire la verità. Guidato dal suo intuito infallibile si fida dello scrittore che scriverà la sua vita e ricostruisce il giorno in cui qualcuno ha tentato di ucciderlo.  Perchè il suo fiuto non si può mettere a tacere e nemmeno il suo tormentato passato.

La RED, squadra segreta della polizia, dai metodi discutibili e  guidata da un commissario cinico si trova coinvolta in un omicidio che metterà in pericolo la sopravvivenza del gruppo e nasconde insidie. Un noir cupo e teso sul tema attuale delle libertà personali e della sicurezza collettiva.

“Gli Animali nei noir”

Presentazione dell’antologia Animali noir (Falco editore) con Assunta Morrone e Arianna Destito. Con gli autori Cristina Marra .   Investigatori o aiutanti di detective, vittime o assassini, gli animali sono protagonisti di detective stories di tutti i tempi ed in questa tradizione si inserisce Animali noir , una raccolta di tredici racconti di animali scritti da autorevoli rappresentanti del noir italiano e da esordienti.

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 Ottobre – Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia SALA 1
Lectio Magistralis di Giovanni Solimine “Il paradosso di un’Italia senza sapere”, introduce Gilberto Floriani

Gli economisti lavorano da tempo a una ridefinizione dei concetti di ‘benessere’ e ‘ricchezza’, in cui il sapere riveste un peso sempre maggiore, e raccomandano ai governanti di rafforzare le politiche per la scuola, l’università e la ricerca e di potenziare i servizi di accesso al bene comune della conoscenza. L’Italia sembra non rendersene conto: il basso livello di competenze degli studenti e della popolazione adulta, lo scarso numero di laureati e diplomati che però il nostro invecchiato e gracile sistema produttivo non è capace di assorbire, la debole partecipazione dei nostri concittadini alla vita culturale descrivono il paradosso di un’Italia senza sapere e il vero spread che ci separa dai paesi che vogliono crescere.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 18.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
“Sulle spalle di un gigante. Un cammino meticoloso, da Isacco Newton a Jorge Mario Bergoglio” Piergiorgio Odifreddi conversa con Giovanni Choukhadarian

Piergiorgio Odifreddi, logico matematico per formazione e insegnamento, racconta la sua vita di uomo in ricerca di una verità. Con lo spirito libero e il gusto del paradosso dello scienziato, si confronta senza paura con i grandi temi del nostro tempo.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 19.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Carmine Abate, presenta in anteprima nazionale la nuova edizione de La Festa del ritorno (Mondadori, 2014), conversa con Aurora De Pace

La lingua ricchissima di Abate crepita in ogni pagina e riverbera emozioni di grande potenza. A dieci anni dalla sua prima pubblicazione, con la quale vinse il premio selezione Campiello, ecco una nuova edizione riveduta e corretta del romanzo La Festa del ritorno che è un’indimenticabile storia d’amore, un racconto di formazione e una preziosa testimonianza sulla nostra emigrazione.

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 Ottobre – Ore 19.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Giuseppe Gangemi conversa con Aldo Varano su Lombroso

Dal tentativo di delineare l’identità del presunto brigante Giuseppe Villella all’analisi del metodo e delle lacune della pratica sperimentale di Cesare Lombroso; il racconto di un protagonista controverso delle scienze antropologiche, attraverso la descrizione del contesto storico nel quale operava; la storia di uno scienziato o di un manipolatore?

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 Ottobre – Ore 20.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Sotterranei Pop – l’altro lato della musica. Incontro con i giovani cantautori

Il mondo degli autori “non” cantautori italiani con una spiccata matrice rock che riescono a mettere a nudo il mondo reale, attraverso il linguaggio della musica senza rincorrere le mode passate e presenti, ma tracciando una strada alternativa per la canzone italiana. Una conversazione in musica di Eliseno Sposato con Giancarlo Frigieri, Umberto Giardini e Davide Tosches e le loro canzoni.

Sezione “Carta Canta”

25 Ottobre – Ore 21.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Incontro con i Perturbazione

I Perturbazione sono stati la rivelazione musicale del 2014; la loro partecipazione al Festival di  Sanremo, nel quale hanno vinto il premio della Sala Stampa, li ha consacrati, a più di 20 anni dai loro esordi , come una delle realtà più belle del panorama pop italiano; questo incontro  è l’occasione per ascoltare le loro canzoni in una originale chiave acustica e per conoscere quello che c’è dietro due decenni di musica italiana.

Durante l’incontro verrà organizzata una degustazione della Birra Hipponion

Sezione “Carta Canta”

DOMENICA 26 OTTOBRE

26 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Francesca Bellino autrice del libro Sul corno del rinoceronte (L’asino d’oro, 2014), conversa con Antonella Chiappalone

Il primo romanzo che racconta la rivolta tunisina e la cacciata del dittatore Ben Alì, un road novel ambientato tra Italia e Tunisia che, attraverso l’amicizia tra due donne, un’antropologa italiana e un’immigrata tunisina, indaga una pagina centrale della storia delle due sponde del Mediterraneo. Secondo l’autrice “sono le rivoluzioni interiori a portare alle rivoluzioni di piazza”.

Sezione “Una Regione per Leggere”

26 Ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
Pippo Corigliano, autore di Quando Dio è contento. Il segreto della felicità (Mondadori, 2013), conversa con Giacinto Namia

Quanto conta “far contento Dio?”

Forse non ce ne rendiamo conto ma nei Paesi cosiddetti occidentali stiamo vivendo da qualche decennio l’unico periodo nella storia dell’umanità caratterizzato da un ateismo pratico e totale. Al di fuori di questi paesi (Africa, Asia, America Latina in parte) la dimensione religiosa è radicata e ben presente, sia pure in diverse forme. Invece la cultura occidentale, nata nei monasteri benedettini e sviluppatasi dall’ Europa in tutto l’Occidente, ha rifiutato le sue radici accettando una comunicazione di massa in cui praticamente Dio è bandito. La crisi che stiamo attraversando (non solo economica) ha il suo motivo primo nel distacco fra la creatura e il Creatore. Chi salverà l’Occidente?

Sezione “Una Regione per Leggere”

26 Ottobre – Ore 12.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Alessandro Borghese autore del libro Tu come lo fai? I tuoi piatti preferiti in più di 100 ricette dello chef (Mondadori, 2013) conversa con Giovanni Caldara

“Chef, ma tu come lo fai?”. Quante volte Alessandro si sente ripetere questa frase, per la strada, in sosta a un semaforo, durante le sue trasmissioni TV o nelle situazioni più disparate da tutti coloro che desiderano un suo consiglio su come cucinare un determinato piatto. Nel suo libro la risposta: un’interpretazione originale, elegante e moderna di oltre cento gustosissime ricette. Simpatico, comunicativo e amante della buona musica, Borghese abbina ogni ricetta ad una canzone e propone cosa bere. Condivide inoltre con il lettore suggerimenti e segreti per rendere ogni piatto un vero successo.

Sezione “Nutri-Menti”

26 Ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Incontro con Agostino Ferrente, proiezione del film “Le cose belle”

La fatica e la bellezza di crescere al Sud in un film dal vero che narra tredici anni di vita. Quella di Adele, Enzo, Fabio e Silvana, raccontati in due momenti fondamentali delle loro esistenze: la prima giovinezza e l’inizio dell’età adulta, in un film che mescola il tempo della vita ed il tempo del cinema.  La dignità dei giovani e le responsabilità degli adulti in una Napoli, immersa in quel suo tessuto magmatico, dove il bene e il male vivono in prossimità, dando un volto alla complessità dell’esperienza umana.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

26 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 1
Franco Cardini autore del libro La scintilla. Da Tripoli a Sarajevo: come l’Italia provocò la prima guerra mondiale (Mondadori, 2014), conversa con Anna Melecrinis

All’inizio di agosto del 1914 scoppia la prima guerra mondiale. L’Italia rimane estranea alle ostilità fino al 24 maggio 1915, ma le sue responsabilità in relazione al conflitto sono molto gravi e risalgono a qualche tempo prima. Nel 1911 l’Europa è infatti in un sostanziale equilibrio, lo sviluppo economico è tumultuoso e le grandi potenze hanno risolto quasi tutti i loro contrasti coloniali: l’unico elemento di instabilità viene dall’impero ottomano, il cui collasso porterebbe a conseguenze imprevedibili. Dopo oltre un quarantennio di pace fra le potenze del continente, è l’Italia che riapre la stagione dei conflitti, invadendo le province ottomane di Tripolitania e Cirenaica.

Sezione “Una Regione per Leggere”

26 Ottobre – Ore 17.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia – SALA 2
“L’idea di famiglia nel diritto moderno” conversazione di Giuseppe Cricenti

Per effetto delle tecniche di fecondazione artificiale, ma anche del mutamento delle vedute sociali è cambiata l’idea tradizionale di famiglia. Aumentano i casi in cui l’adozione è consentita a coppie omosessuali, così come quelli in cui è riconosciuto il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Inoltre, le tecniche di fecondazione assistita (eterologa, maternità surrogata) comportano spesso una dissociazione tra la maternità biologica e quella legale.

Oggi esistono modelli diversi di famiglia e questo coinvolge diritti fondamentali, alcuni nuovi, altri già noti, ma messi in discussione ed impone una presa di posizione.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

26 Ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Nuccio Ordine autore del libro L’utilità dell’inutile. Manifesto (Bompiani, 2013) conversa con Livia Blasi

Non è vero – neanche in tempo di crisi – che è utile solo ciò che produce profitto. Esistono, nelle democrazie mercantili, saperi ritenuti “inutili” che invece si rivelano di una straordinaria utilità. In questo brillante e originale saggio, Nuccio Ordine attira la nostra attenzione sull’utilità dell’inutile e sull’inutilità dell’utile. Attraverso le riflessioni di grandi filosofi (tantissimi, da Platone a  Bataille) e di grandi scrittori (da Ovidio a Foster Wallace), Nuccio Ordine mostra come l’ossessione del possesso e il culto dell’utilità finiscano per inaridire lo spirito, mettendo in pericolo non solo le scuole e le università, l’arte e la creatività, ma anche alcuni valori fondamentali come la dignitas hominis, l’amore e la verità.

Sezione “Una Regione per Leggere”

26 Ottobre – Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Rosario Cicciò prepara dal vivo un dolce per gli ospiti del Tropea Festival mentre  Giovanni Caldara parla della storia della pasticceria meridionale

Dolci che passione! Sono la gioia di grandi e piccini. Ma in nessun luogo come in Calabria sono anche la carta d’identità di una terra dalle tradizioni millenarie. Ricette antichissime tramandate in famiglia di generazione in generazione, affondano le loro radici nella civiltà greca, subiscono il fascino della presenza araba e si confrontano con la grande tradizione siciliana. Le straordinarie materie prime si amalgamano tra di loro e si fondono con i ritmi e le liturgie di una società che è custode gelosa delle proprie tradizioni.

Sezione “Nutri-Menti”

26 Ottobre – Ore 19.00 – Sistema Bibliotecario – Vibo Valentia
Un recital pianistico del maestro Benedetto Lupo con le musiche di Leoš Janáček, Claude Debussy e Alexander Scriabin. Presenta il Maestro Francesco Pollice

Sezione “Carta Canta”

26 Ottobre – Ore 20.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Enrico de Angelis conversa con Gianfranco Migliaccio sulla vita e le opere di Piero Ciampi; ospite gianCarlo Onorato

Sezione “Carta Canta”

26 Ottobre – Ore 21.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia
Enrico de Angelis incontra Brunori Sas e gianCarlo Onorato

Enrico de Angelis, giornalista, critico musicale, storico della canzone, ha scritto o curato numerosi libri e collane in materia di canzone d’autore, opera all’interno del Club Tenco dall’anno di fondazione, il 1972, e ne è tuttora il responsabile artistico. Incontra, in una lunga intervista, il Cantautore Brunori Sas e gianCarlo Onorato. L’Artista nel corso dell’incontro eseguirà in chiave acustica, alcuni brani del suo repertorio dal vivo.

Sezione “Carta Canta”

LE MOSTRE

Come nella scorsa edizione del Festival, anche quest’anno Palazzo Gagliardi offrirà il palcoscenico per una serie di mostre, principalmente di scultura , che saranno l’occasione per valorizzare e mettere in luce alcuni tra i nomi più interessanti del panorama artistico della Regione; le sale del palazzo ospiteranno una serie di personali che ci racconteranno, attraverso una serie di  percorsi e ricerche individuali,  cosa significa fare arte in Calabria , oggi.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Ballerine”

Sculture di Michele Zappino

Il lavoro del maestro Michele Zappino, emancipatosi dalle influenze iniziali di Francesco Messina,  è una continua ricerca legata al dualismo tra movimento e stasi, tra pesantezza e leggerezza: le sue ballerine sono espressione di potenza e dinamismo, il risultato dello scontro tra l’erotismo della materia plastica di cui sono composte e il lirismo metafisico del movimento che le plasma e che irradia da esse. Ed è proprio dal conflitto  tra le contraddizioni che muovono la sua ricerca che le opere ricavano quella particolare vibrazione che le rende vive.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“La porta del Mediterraneo”

Installazione di Antonio La Gamba

Il mediterraneo che ha cullato le antiche civiltà è diventato il cimitero di migliaia di uomini, donne e bambini. Il nostro egoismo si ciba di pesci che si nutrono di cadaveri. L’installazione vuole essere un momento di riflessione in un coinvolgimento sull’esodo di popoli costretti a fuggire dalla loro terra in cerca di futuro. Un’opera corale alla quale hanno collaborato gli amici Maria Vigliarolo, Guerino Benvenuto, Silvestro Bonaventura , Antonio Montesanti e Filippo Solano. L’artista esporrà alcune delle opere realizzate nel 2014 e alcuni dipinti e sculture del ciclo dedicato alla poetessa Alfonsina Strano.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“#vivonotra noi – dagli invertebrati agli irresponsabili A/R”

Installazione di Caterina Luciano

“Uomini. Insetti che si divorano gli uni con gli altri sopra un piccolo atomo di fango”. Da Zadig o il destino di Voltaire la sintesi e l’incipit di una personale che parte da lontano e trova il suo perché nell’atomo di fango voltairiano, con le sembianze di questo declino che chiamiamo l’oggi. Gli insetti che si divorano gli uni con gli altri sono i troppi personaggi che hanno preso il posto delle persone, in una pantomima sempre più fitta in cui l’apparenza è diventata sostanza, anima vitale di un circo che è il mondo dell’inganno universale profetizzato da Orwell. E incarnato in Demi Romeo, il protagonista del romanzo Carta vetrata di Paola Bottero (sabbiarossa, Rc, 2013) che dà il via al racconto esplicitato nelle 33 carte degli invertebrati. La personale, che è stata presentata in anteprima nazionale nell’artspace lametino BeCause, non si ferma al percorso in volo degli invertebrati: si genera e genera dagli irresponsabili, andata e ritorno. Perché siamo tutti irresponsabili. E tutti invertebrati.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Polittico della vita”

Installazione di Giuseppe Pontoriero

Il cerchio della vita e della morte, la catarsi e la forza vitale visti come attraverso un ritrovamento pittorico. Il “ritrovamento” è un altro argomento, non solo simbolico, ricorrente nella pittura dell’artista.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Bianco. Purezza. Infinito. Angelo Savelli”

Installazione di Maya Lopez Muro

L’artista argentina omaggia il grande artista napitino. Una serie di opere bianco su bianco che evidenziano grande personalità nell’esprimere con forza e bellezza  la quarta dimensione.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Crucifixus”

Video installazioni di Stefano Bazzano

I rituali alla base della cultura contadina del Sud Italia, esistono e si sviluppano su una soglia che divide e unisce il sacro e il profano, la religione e la magia. Nello specifico è la Passione di Cristo il ceppo dal quale si innalza, nodoso e frastagliato, l’albero dei rituali. Acme della Passione è la Croce: pietosa madre protettrice e arma invincibile contro i mali. Questa video-installazione si presenta come una breve sequenza di fugaci associazioni visive e uditive, così come potrebbero presentarsi nell’immaginazione e nella memoria, concorrendo alla creazione dell’immaginario.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Sud”

Installazione di Maria Vigliarolo

L’idea di quest’opera dedicata all’emigrazione della gente meridionale , nasce dalla canzone di Eugenio Bennato “Grande Sud”. Il  testo della canzone evoca sentimenti positivi per i contenuti patriottici e l’attaccamento alle proprie radici ,alla propria cultura e nello stesso tempo , sprigiona una grande malinconia nel dover lasciare la propria terra ,gli affetti più cari,una parte di se stessi per andare verso nuove frontiere verso la speranza di una vita migliore , alcune volte verso l’ignoto ,portandosi nella valigia e  nel cuore un piccolo pezzo del nostro “grande Sud”.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Tra Spirito e carne”

Sculture di Antonio Gaudioso

Il lavoro plastico di Antonio Gaudioso è dedicato alla dicotomia tra lo spirito e  la carne, tra ciò che è totalmente altro, l’anima,  e il principio vitale e fertile della vita; le opere dello scultore zungrese raccontano in maniera potente il dualismo tra pulsioni metafisiche e richiami terreni, mostrandoci  quanto sacro c’è nei suoi ritratti di donna e quanta materia carnale nelle Madonne idealizzate e prosciugate da secoli di rappresentazioni.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Seguitemi”

Installazione di Pasquale De Luca

Orizzonti  annidati  su l’urlo abbagliato dal  mare, spaziano attraverso terre dimenticate aride

nell’estensione primordiale…Seguitemi…

Spazio Bimbi

Lo Spazio Bimbi concepito come spazio confortevole ed interattivo, atto ad ospitare letture ad alta voce, giochi educativi e laboratori creativi, pone tra le sue principali finalità quella di avvicinare i più piccoli all’universo della lettura e dei libri. Attraverso una nutrita serie di attività manuali e pratiche, i bambini avranno la possibilità di interagire in un ambiente accogliente e pensato per loro, di sviluppare le proprie attitudini creative e capacità cognitive e di sperimentare, divertendosi, l’importanza della fantasia, dell’inventiva, della realizzazione di un progetto comune.

Lo Spazio Bimbi sarà aperto gratuitamente ogni giorno dal 21 al 26 ottobre, a visite guidate di gruppi e classi, e sarà attivo fino a sera per la fruizione gratuita da parte di mamme e bambini di tutte le età.

Martedì 21 ottobre

21 ottobre – Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

21 ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Accoglienza dei piccoli lettori dello Spazio Bimbi

Primo approccio con i libri e attività ricreative.

21 ottobre – Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

21 ottobre – Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

21 ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

21 ottobre – Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

21 ottobre – Ore 19.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

LeggereEgiocare

Leggere e giocare. Leggere è giocare.  Leggere è sostanzialmente un processo di ricerca, comprensione e interpretazione del significato del testo. Perché non fare tutto ciò giocando?

Mercoledì 22 ottobre

22 ottobre – Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

22 ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli  di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

22 ottobre -  Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Libro che tocchi, libro che senti. Lettura ad alta voce rivolta ai piccolissimi uditori.

22 ottobre – Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuale rivolta ai più piccoli e ai loro genitori

22 ottobre – Ore 17.30 -  Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

22 ottobre – Ore 18.00  – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

22 ottobre – Ore 18.45 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far: apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

Giovedì 23 ottobre

23 ottobre – Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

23 ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli  di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

23 ottobre – Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

23 ottobre – Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro con la nutrizionista Dott.ssa Annarita Gramendola

La piramide alimentare nelle sue caratteristiche e peculiarità

L’incontro ha l’obbiettivo di insegnare ai bambini che ogni sezione della piramide  è costituita da alimenti con un differente contenuto in nutrienti e richiede diverse frequenze di consumo. Nel corso dell’incontro i bambini saranno chiamati a prendere parte al “gioco delle stagioni”, un’attività grazie alla quale anche i più piccoli potranno scoprire che ortaggi e frutta esprimono il massimo della loro qualità nutritiva quando maturano naturalmente senza essere trattati con diserbanti ed altre sostanze chimiche che ne alterano qualità e caratteristiche bromatologiche.

23 ottobre – Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi del fumetto L’alice nel mare delle meraviglie

23 ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuale Costruisci la LISCA della spesa

23 ottobre – Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

LeggereEgiocare

Leggere e giocare. Leggere è giocare.  Leggere è sostanzialmente un processo di ricerca, comprensione e interpretazione del significato del testo. Perché non fare tutto ciò giocando?

Venerdì 24 ottobre

24 ottobre – Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

24 ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli  di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

24 ottobre – Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi del libro di Tomi Ungerer, Tremolo

Tremolo è un musicista appassionato, suona notte e giorno. Solo che in questo modo finisce per disturbare l’indovina del piano di sopra che per sua sfortuna ha un pessimo carattere. Detto fatto, la vicina gli lancia un grosso incantesimo: dagli strumenti non usciranno più musiche e canzoni, ma note grosse e nere come olive, che rotolano dappertutto e riempiono strade e case. Tremolo però è un giovanotto pieno di iniziativa e non tarda a scoprire che non tutto il male viene per nuocere.

24 ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

24 ottobre – Ore 18.45 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far: apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

Sabato 25 ottobre

25 ottobre – Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

25 ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli  di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

25 ottobre – Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Libro che tocchi, libro che senti. Lettura ad alta voce rivolta ai piccolissimi uditori.

25 ottobre – Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro con le Associazioni VIP ViviamoInPositivo di Catanzaro e Cosenza

La prima Associazione ViviamoInPositivo nasce a Torino il 15 febbraio 1997.

Nel 2000 iniziano a prestare servizio i primi volontari Clown presso gli ospedali di Torino. Il 16 maggio 2003 dalle prime 10 associazioni VIP nasce la Federazione VIP Italia ONLUS. Attualmente sono 53 le Associazioni VIP federate in VIP Italia ONLUS

e oltre 3000 i volontari clown attivi che prestano servizio in più di 100 Ospedali e strutture socio-sanitarie in Italia. Attraverso l’utilizzo di piccole gag, giochi e la co-creazione di racconti creativi, il bambino sarà guidato alla scoperta del magico mondo del volontariato clown VIP e della clownterapia. Obiettivi : far conoscere il mondo del volontariato con particolare riferimento al volontariato clown, sviluppare la creatività e la fantasia.

L’incontro è destinato a far conoscere ai bambini e ai loro genitori la missione della clownterapia,  l’applicazione di un insieme di tecniche derivate dal circo e dal teatro di strada, in contesti di disagio sociale o fisico, quali ospedali, case di riposo, case famiglia, orfanotrofi, centri diurni, centri di accoglienza, ecc..

25 ottobre – Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far: apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

25 ottobre – Ore 18.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Francesco Ferracuti, mimo di Paolo Cutuli

Fa… volando in una pagina

Brevi favole o filastrocche create a scopo didattico a partire da esperienze e situazioni concrete; spesso con l’aiuto degli stessi bambini, chiamati ad essere coinvolti nella composizione come autori, spietati critici ed infine illustratori del racconto. Unica regola: non eccedere la lunghezza di una pagina!

25 ottobre – Ore 19.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

Domenica 26 ottobre

24 ottobre – Ore 10.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Propedeutica musicale per bambini a cura dell’Associazione Insoliti Accordi

Nel corso dell’incontro i bambini avranno la possibilità di approcciarsi, in modo elementare e divertente a diversi strumenti musicali.

26 ottobre – Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Giochiamo con la terra sviluppo della creatività con l’argilla a cura Antonio La Gamba

Il laboratorio offre la possibilità di sperimentare direttamente le varie fasi della lavorazione dell’argilla.

26 ottobre – Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro conclusivo del laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli  di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

26 ottobre – Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lezione di Karate a cura della Dott.ssa Viola Zangara

La Dott.ssa Viola Zangara, laureata in scienze motorie, dirigente e atleta della Federazione Italiana Pesistica Calabria, allenatore personal trainer FIPE, insegnante tecnico fulkam (FEDERAZIONE ITALIANA JUDO lotta, karate, arti marziali) – karate. Atleta cintura nera IV DAN, pluri medagliata a livello nazionale e internazionale, terrà una lezione dimostrativa del corso di karate che inizierà  in autunno presso il Sistema Bibliotecario Vibonese.

26 ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce  legata al gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

26 ottobre – Ore 18.45 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro conclusivo del laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

 

I commenti sono chiusi.